Investire per il futuro dei figli oggi è diventato una necessità, a prescindere dal reddito e dal patrimonio a disposizione.

Sempre più di frequente l’ingresso nel mondo del lavoro avviene a un’età avanzata e richiede un supporto finanziario, talvolta importante.

Ma le necessità finanziarie per il supporto dei nostri ragazzi si palesano anche molto tempo prima di questa fase. Spesso i nostri figli necessitano di essere mantenuti durante una fase di studio.

Lunghi periodi di specializzazione e talvolta soggiorni all’estero prolungati comportano un costo, che può essere supportato da progetti finanziari e investimenti studiati ad hoc.

Questi investimenti risultano spesso satelliti, cioè si affiancano alla gestione tradizionale del patrimonio e possono essere realizzati anche come supporto di nuove attività professionali o iniziative imprenditoriali.

Dunque investire per il futuro dei figli richiede una strategia precisa. Una vera e propria programmazione, come avviene per la gestione del patrimonio.

LEGGI ANCHE: Come tutelare il proprio patrimonio?

Non è più sufficiente risparmiare in maniera generica.

È in questo scenario che si colloca la sempre crescente diffusione e il successo del PAC, acronimo di Piano di Accumulo del Capitale.

Una modalità di investimento che permette non solo di costruire nel tempo un proprio fondo, ma anche di risparmiare con una capitalizzazione immediata, che valorizza i risparmi nel tempo e consente di investire per  il futuro dei figli.

LEGGI ANCHE: Come scegliere un fondo comune d’investimento?

Vuoi gestire al meglio il tuo patrimonio?

Richiedi la tua consulenza gratuita

Cos’è di preciso il Piano d’Accumulo del Capitale (PAC)?

Il Piano di Accumulo del Capitale (PAC), in un’accezione puramente tecnica, è una soluzione d’investimento che si spalma su tempi medio lunghi, ed è basata su versamenti di capitale periodici costanti nel tempo.

L’incremento costante e disciplinato permette di ottenere diversi vantaggi.

Tra di essi possiamo subito sottolineare che l’entità delle somme da versare è in genere scelta liberamente dall’investitore, in base alle proprie possibilità e disponibilità economiche e in funzione alle prevedibili e potenziali spese che sarà chiamato ad affrontare.

In altre parole, la gestione del risparmio si fa modulare. Lo strumento si adatta alle possibilità del risparmiatore, e non viceversa.

Investire per il futuro dei figli è uno dei migliori investimenti possibili. Farlo in maniera saggia e ponderata, senza rischi, è ancora meglio.

Le formule dell’investimento per i figli cambiano volto

Le cose cambiano, anche nel settore degli investimenti e degli strumenti di gestione del risparmio.

Quasi scomparsi dalla scena, ad esempio, i buoni fruttiferi postali, rappresentavano, fino a un decennio fa, una delle colonne portanti dell’intera struttura del risparmio.

Questi promettevano ottimi guadagni, ma oggi, l’inossidabile fedeltà da parte dei risparmiatori nei loro riguardi sembra essere venuta meno.

I vantaggi legati all’investimento sui Piani di Accumulo del Capitale sono di gran lunga superiori.

Basti pensare a quanto questo strumento sia flessibile e assai modulare. Dunque, particolarmente adatto anche a chi inizia da poco ad affacciarsi al mondo degli investimenti.

Ma c’è di più.

Vuoi gestire al meglio il tuo patrimonio?

Richiedi la tua consulenza gratuita

Quali sono i vantaggi dei piani d’accumulo del capitale?

A dispetto del carattere soft, poco volatile e flessibile dei Piani di Accumulo di Capitale, i vantaggi legati a questa soluzione di investimento sono davvero notevoli. Guardiamoli nel dettaglio.

  1. Flessibilità. Grazie alla possibilità di predeterminare la cifra da versare, consentono di creare un piccolo capitale da destinare ai figli anche a chi non ha tanti risparmi.
  2. Assenza del Market Timing. I PAC aggirano abilmente i rischi legati all’investimento in un’unica soluzione, e quindi, tutte le difficoltà che da questa formula derivano.
    L’eliminazione della ricerca del momento giusto per investire, li rende indicati per chi ha un patrimonio importante da investire e desidera implementare il suo progetto finanziario riducendo i rischi di incappare nel momento sbagliato per farlo.
  3. Diversificazione del rischio. L’investimento nei PAC è diluito nel tempo e quindi è equamente frazionato e distribuito a prescindere dalle condizioni di mercato. Riduce in termini matematici i picchi di volatilità. Investendo in maniera costante nel tempo lo strumento permette di ottenere un prezzo di carico, che altro non è che la media ponderata dei prezzi di acquisto.
  4. Obbligo progettuale. Questi strumenti fungono da criterio di ponderatezza: l’investitore è motivato, e in un certo senso obbligato, all’accantonamento prudente di una somma in modo costante al fine di realizzare il progetto.
  5. Eliminazione della componente emotiva. Investire in un Piano di Accumulo del Capitale significa ridurre i timori o gli entusiasmi legati a un’alta volatilità.
    Il risparmiatore non sarà stretto dalla morsa del dubbio. Non sarà motivato a investire solo quando i prezzi salgono e sono vicini ai massimi o a non farlo quanto le quotazioni scendono e sono vicine ai minimi. Lo farà, piuttosto, in maniera graduale, senza lasciarsi guidare dall’emotività.

LEGGI ANCHE: I 7 motivi per cui devi affidarti a un Private Banking

Molto spesso il PAC viene considerato erroneamente uno strumento di investimento per chi non ha grandi patrimoni da investire.

Nulla di più sbagliato. Se lo strumento è utile e idoneo per chi non ha grandi somme da investire, è altrettanto vero che lo strumento risulta molto efficiente per chi ha grandi patrimoni da investire, ma vuole ridurre i rischi legati all’investimento in un’unica soluzione.

Abbiamo visto le caratteristiche e i vantaggi che li rendono uno strumento efficace. I rischi sono legati agli strumenti selezionati e alla componete costi, che va valutata con attenzione e analizzata per ogni singola situazione.

Va da sé che i costi fissi su versamenti di piccole dimensioni, devono essere studiati e presi in seria considerazione.

Le nuove generazioni sono poco attente al risparmio e sono più avvezze a opzioni di acquisti facili e immediati, in un clic, a portata di mano.

È l’epoca in cui a dominare la scena è la formula del tutto e subito.

È quindi necessario pensare al loro futuro. Meglio farlo con i Piani di Accumulo del Capitale, a garanzia e tutela della sicurezza anche di noi genitori.

Investire per il futuro dei figli non è quindi un’opzione, ma una necessità reale e i PAC sono un’ottima soluzione.

Vuoi gestire al meglio il tuo patrimonio?

Richiedi la tua consulenza gratuita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − undici =